Janet Shook è un'insegnante di Yoga che vive in Algarve da 11 anni. Quando è arrivata in Portogallo, ha iniziato a interessarsi allo Yoga e alla meditazione e si è resa conto che questa pratica poteva essere molto utile nella vita quotidiana.

Prima di iniziare una nuova vita in Portogallo, era "una ballerina che viveva a Istanbul - una vita molto diversa. Quando sono arrivata in Portogallo la mia vita è cambiata, ho avuto mio figlio e ho iniziato a fare Yoga e meditazione, perché era molto difficile per me adattarmi. Una vita in un nuovo paese, perdere la mia carriera, diventare madre, la separazione della mia relazione, questo è stato un momento molto difficile, così ho iniziato a meditare e fare yoga, prima non ero davvero interessata allo yoga", ha spiegato Janet.

Janet ha detto a The Portugal News che è stata l'unica cosa che l'ha aiutata a superare quei brutti momenti: "Poi ho deciso che volevo diventare insegnante di Yoga perché funziona davvero e ho anche iniziato a lavorare nella nutrizione, il digiuno di succhi, e questo mi ha aperto gli occhi nella nutrizione, ho capito che come usi il tuo corpo e quello che metti nel tuo corpo sono molto legati, devi essere molto consapevole di questo, il tuo corpo funziona bene se lo nutri bene".

Janet Shook ha due diversi tipi di lezioni di Yoga, uno morbido per tutti i livelli e anche il kundalini Yoga. Il primo è uno Yoga a flusso dolce - basta muovere il corpo, fare esercizi di respirazione e sentirsi felici e tranquilli - questo yoga è per rilassarsi e può essere fatto a tutti i livelli. Poi c'è il kundalini Yoga, "è molto spirituale e tradizionale, è come se andassimo a lavorare duramente, e pulire la nostra mente nel subconscio mentre organizziamo la nostra energia. Non è davvero difficile, tutti possono fare la classe di Kundalini - puoi sempre fermarti e respirare".

Ho anche chiesto a Janet qual è il momento migliore per fare Yoga (che sia la mattina o la fine della giornata) e se dobbiamo avere una routine o farlo solo quando vogliamo: "Penso che lo yoga migliore sia quello che ti ispira. Gli orari non funzionano per tutti, le persone sono diverse, alcune persone hanno una disciplina davvero rigida, fanno la stessa cosa ogni mattina e questo è fantastico, ma credo che non dovremmo mettere le cose troppo in blocchi, dobbiamo vedere prima, qual è la condizione del tuo corpo, quanta energia hai, qual è il tuo stile di vita, che tempo hai."

Nel suo caso, pratica ogni giorno, ma non sempre alla stessa ora: "Posso solo dire che lo yoga migliore è quello che ti ispira, quello che ti rende una persona migliore. Non fissare i tuoi standard così in alto da rinunciare, io credo nel fare qualcosa ogni giorno, anche se questo qualcosa è solo cinque minuti di respirazione profonda, ma ogni giorno trascorri del tempo con te stesso. E se hai tempo per la pratica fisica, allora perfetto!".

Suggerimenti per essere più presente
Gli esercizi di respirazione possono davvero aiutare: "Stai con il tuo respiro, per via della fisiologia che c'è dietro, con la respirazione profonda, automaticamente il tuo cervello si calmerà, perché sono così connessi".

Sii connesso con il tuo corpo fisico e con lo spazio intorno a te, perché quando pensi troppo, è perché stai pensando a cose che sono successe in passato o che potrebbero succedere in futuro. "Quindi, guardati intorno senza giudizio, ascolta i suoni, il che ha bisogno di pratica, guarda intorno alla cucina senza pensare "oh devo pulire", solo essere presente".

Come si fa a raggiungere questo obiettivo? Janet spiega: "È il mio lavoro più importante ogni giorno, come un'altra cosa che fai ogni giorno, la eserciti e cominci ad essere molto meglio, lo yoga è una pratica e la meditazione ha bisogno di pratica, non è una cosa che la maggior parte delle persone raggiunge rapidamente. Devi davvero renderla una priorità nella tua vita. Devi arrivare ad un punto in cui ti rendi conto che è davvero la cosa più importante della tua vita. Devi dargli la priorità, decidere di essere presente!".

Al momento Janet continua a fare lezioni di yoga, ma lavora via Zoom. Anche se preferisce le lezioni faccia a faccia, quando questa pandemia sarà finita, continuerà con entrambi i formati, perché con il doppio formato sarà in grado di avere ancora classi con persone di tutto il mondo che vogliono unirsi online. Inoltre, secondo lei è importante rendere le cose disponibili per le persone "non è una cosa che voglio tenere per me, voglio che la gente sia in grado di accedere allo yoga - una lezione di zoom costa 5 euro e cerchiamo anche di fare in modo che tutti siano presenti allo stesso tempo e non lasciare nessuno indietro".