Che cos'è il cancro?

Il cancro è una malattia che colpisce persone di tutto il mondo. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il cancro è stato una delle principali cause di morte nel 2020, nonostante tutte le ricerche e gli sviluppi che sono stati condotti sulla malattia negli ultimi decenni.

Il cancro è una condizione in cui le cellule di una specifica parte del corpo crescono e si riproducono in modo incontrollato. Le cellule cancerose possono invadere e distruggere i tessuti sani circostanti, compresi gli organi. A volte il cancro inizia in una parte del corpo prima di diffondersi in altre aree. Questo processo è noto come metastasi.

Quali tipi di cancro sono destinati ad aumentare nei prossimi anni?

Secondo le previsioni scientifiche, in futuro si prevede un aumento dei casi di cancro al seno, melanoma, polmone e colon-retto. Abbiamo anche assistito a un aumento del numero di pazienti più giovani affetti da cancro al seno e al colon-retto, cosa che in passato non si vedeva.

Può spiegarci quali sono le specializzazioni di un oncologo?

Gli oncologi sono specializzati nella gestione corretta dei farmaci per specifici tipi di cancro, nella sequenza dei trattamenti, nella prescrizione di terapie per pazienti specifici, nell'identificazione delle tossicità e nel trattamento dei sintomi, il tutto bilanciando le esigenze del paziente con la sua qualità di vita.

Quali sintomi possono portare a un primo appuntamento?

Un appuntamento con l'oncologo è consigliato solo in presenza di una diagnosi. Per esempio, nel caso di una sospetta lesione cutanea, i pazienti dovrebbero prima recarsi dal Dermatologo e, solo dopo una biopsia e una diagnosi accertata, fissare un appuntamento con l'Oncologo.

L'oncologia è una specialità dedicata al trattamento del cancro dopo la diagnosi. Detto questo, siamo spesso coinvolti nel processo diagnostico del paziente.

Cosa succede dopo?

Ogni primo consulto è unico e di solito inizia con la ricerca attiva del trattamento da parte del paziente.

Durante il primo consulto identifichiamo innanzitutto il problema biologico, prima di verificare a che stadio si trova il cancro. Su questa base cerchiamo il gold standard di cura e trattamento in ogni situazione specifica e poi integriamo questi risultati con il caso unico di ogni individuo.

È importante capire molto di più della semplice diagnosi: lo specialista deve anche comprendere il paziente come individuo, compresi i suoi punti deboli e le sue co-morbidità, per poi gestire le aspettative e spiegare i rischi che il trattamento può comportare.

A questo punto proponiamo possibili terapie e ci consultiamo con altri colleghi, specialisti di altri settori, prima di parlare con il paziente per assicurarci che l'intero processo sia chiaro.

Durante il processo di trattamento, pianifichiamo, facciamo delle pause e ripetiamo il processo da capo per decidere se è il caso di attenersi al piano originale o di adattarlo in base alla situazione clinica.

Se la chiave è la prevenzione, cosa possiamo fare per ridurre il rischio di cancro?

È bene iniziare dalle basi: evitare il consumo di alcol, il fumo, la vita sedentaria e prevenire l'obesità attraverso uno stile di vita sano e una dieta equilibrata.

Anche ritagliarsi del tempo per sé è molto importante, in quanto permette di concentrarsi sull'adozione di scelte sane e al tempo stesso di dedicare un po' di tempo alla visita medica per i controlli periodici. Una visita dal medico è sempre un'occasione perfetta per identificare precocemente potenziali problemi.

Se lo stile di vita è importante, bisogna anche ricordare che i geni sono responsabili del 10-50% di alcune forme di cancro, ma i fattori esterni possono essere responsabili dell'80% dei pazienti con una base genetica favorevole.

Qual è il suo punto di vista sulle terapie complementari per la salute?

Esistono terapie complementari approvate da enti credibili che possono aiutare nel trattamento del cancro. Una di queste è stata individuata nelle tecniche di mindfulness, che aiutano a ridurre lo stress e la nausea. Tuttavia, ce ne sono molte altre che hanno pochi dati a sostegno e che, contrariamente a quanto si possa pensare, in alcuni casi possono essere addirittura dannose. Per esempio, l'assunzione di integratori di vitamina A in caso di cancro ai polmoni può essere dannosa, oppure l'uso di integratori fortemente antiossidanti può, nonostante comporti meno effetti collaterali, ridurre l'efficacia della chemioterapia.

Una persona può acquistare una sostanza naturale che ha il potenziale per avere una varietà di effetti, ma poiché non è stata sottoposta a standard medici, questi non sono delineati chiaramente, a differenza dei farmaci che hanno elencato tutti i possibili effetti collaterali. Questo può rendere difficile per un paziente essere informato in modo completo su una sostanza naturale e sui suoi possibili effetti collaterali.

Cosa possono aspettarsi i pazienti da HPA Health Group?

Il team di gestione di HPA combina una visione innovativa con la volontà di migliorare costantemente. Ogni membro del team, dal personale amministrativo ai medici, è una parte importante dell'intero processo.

Lavoriamo su più fronti e ci distinguiamo per le nostre attività di prevenzione proattiva e di sensibilizzazione della comunità, tra cui le campagne di screening gratuite che riguardano gli esami della prostata (Prevent Like a Gentleman), i tumori della pelle, lo screening del cancro ai polmoni e al colon.

Siamo anche in grado di offrire ai nostri pazienti la possibilità di accedere a nuove terapie.

Siamo un'équipe che lavora sempre con tutti gli elementi dell'assistenza sanitaria disponibili in Algarve e cerca soluzioni integrate utilizzando tutte le competenze disponibili, siano esse a livello locale, in un'altra parte del Portogallo, in ospedali pubblici o privati o anche all'estero.

In che modo il Gruppo HPA Health investe nell'oncologia?

Oltre alla possibilità di accedere a nuovi trattamenti, a terapie mirate e a tecniche in grado di prevenire la caduta dei capelli nei pazienti, ci preoccupiamo costantemente di migliorare il comfort e la qualità delle cure per ogni paziente. Ne è un esempio l'apertura di un nuovo e moderno Day Care Hospital lo scorso anno.

È inoltre importante menzionare la possibilità di accedere a studi clinici nel nostro ospedale, che consentono l'utilizzo di farmaci molto promettenti per determinate patologie.