Secondo i dati diffusi dalla Direzione Regionale di Statistica (DREM), questi visitatori hanno generato circa 876.000 pernottamenti, che rappresentano un aumento del 210,9% rispetto all'agosto dello scorso anno.

"Dall'inizio della pandemia, il mese di agosto è quello che presenta il numero di pernottamenti più vicino ai valori pre-pandemia".

Tra gennaio e agosto di quest'anno, questo settore ha registrato un totale di 2,5 milioni di pernottamenti, che rappresenta un aumento del 31,7%, se confrontato con lo stesso periodo del 2020, e una diminuzione del 56,1% rispetto ai primi otto mesi del 2019.

Il DREM sostiene che, ai fini del confronto con i dati diffusi dall'Istituto Nazionale di Statistica (INE), "è necessario escludere gli alloggi locali con meno di 10 posti letto",

"Secondo questa logica di calcolo dei risultati, i pernottamenti degli alloggi turistici, nei primi otto mesi, mostrano un aumento del 26,5%, una variazione più espressiva di quella verificata a livello nazionale (+11,8%)".

Un altro aspetto in evidenza è che i pernottamenti dei residenti in Portogallo sono aumentati dell'88,5% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, raggiungendo 262.600 unità e rappresentando il 30,0% del totale.

Per quanto riguarda i pernottamenti relativi ai visitatori stranieri, essi hanno presentato una crescita del 330,5% rispetto all'agosto 2020, attestandosi a 613.300 unità.