La serrata non solo ha visto milioni di persone confinate nelle loro case per lunghi periodi di tempo, ma è diventata anche un momento di riflessione per molti, e Abi Lewis non è stata diversa. Mentre lavorava come vice preside in un'accademia di Londra a Tottenham, un annuncio che ha visto per un lavoro in Portogallo ha suscitato il suo interesse."Ho visto un annuncio per il lavoro qui e mentre avevo sempre pensato che fosse un posto fantastico per andare in pensione, la prospettiva di poter essere un preside in Portogallo e vivere nel paese era come un sogno.

"Ho tre figli grandi e questo sembrava un momento naturale di transizione e di cambiamento" ha detto Abi.

Mentre la concorrenza per il posto di direttore della scuola era feroce, "mi dissero che avevano 200 candidati", Abi si sentiva pronta ad abbracciare pienamente la sfida, nonostante i suoi figli non avessero mai creduto veramente che lei se ne sarebbe mai andata."Ricordo di essermi seduta al tavolo della cucina e di aver detto ai miei figli, durante una telefonata di gruppo, che ero in lizza per la posizione e tutti mi hanno detto di andare avanti e di "vivere la tua vita migliore". Si è scoperto che erano tutti sbalorditi quando mi è stato dato il lavoro!

Ora saldamente insediata nella sua posizione, Abi sta portando il suo stile di insegnamento e di gestione nel ruolo impegnativo della scuola.

"Sono entrata a far parte della scuola in un buon momento della sua storia, questa è una scuola molto diversa rispetto a cinque anni fa e sento che far parte di Globeducate ha messo la scuola in un paio di mani sicure e il sostegno del gruppo offre un grande supporto", ha detto Abi.

Mentre la scuola ha recentemente cambiato nome in British International School, Abi è molto chiara sul fatto che il focus della scuola rimane interamente internazionale, in gran parte dovuto alle 50 diverse nazionalità che compongono la scuola, situata vicino a Lagoa, Algarve.

"Celebriamo la diversità qui, la scuola è un fantastico melting pot e ci sono molte opportunità per integrare tutte le nazionalità sia nella scuola stessa che come parte del gruppo".

Mentre la scuola rimane impegnata ad essere multiculturale, Abi ha portato con sé alcuni tratti tradizionali del sistema scolastico britannico e ha già implementato un sistema di case "per riunire tutti insieme sia sul lato nazionale che internazionale della scuola. Ogni casa ha bambini dall'età prescolare fino ai 18 anni, questo aiuta l'integrazione ma anche le transizioni attraverso gli anni scolastici, rendendoli senza soluzione di continuità", spiega Abi.

"Lavorare insieme è molto importante per noi e voglio sempre condividere il messaggio di unione, famiglia e sostegno nella scuola, con gli studenti, lo staff e le famiglie".

Dare voce ai bambini è anche molto importante per Abi, che vuole che tutti gli studenti siano in grado di avere voce in capitolo nella scuola, per costruire competenze e dare loro la fiducia necessaria per difendere ciò in cui credono.

"Ciò che è più importante per me è creare una scuola sicura e felice, dove i bambini possano essere ascoltati, instillando nel contempo un ethos di unione e uguaglianza e concentrandosi maggiormente sull'insegnamento e l'apprendimento", ha detto Abi. "Ogni insegnante lavora con le migliori pratiche in modo che i bambini abbiano delle scelte con le loro qualifiche. Siamo molto orgogliosi di dove gli studenti andranno in futuro".

Da quando si è trasferita in Portogallo a gennaio e ha assunto l'incarico a giugno, come si sono realizzati i sogni della nuova direttrice della scuola? I genitori sono stati di grande sostegno e il personale è stato molto gentile e accogliente, ma niente è meglio degli studenti", ha detto Abi, "mi sembra di aver vinto la lotteria".