Li ho visti per la prima volta nell'Essex, in Inghilterra, e poi di nuovo qui in Portogallo, e sono rimasto veramente stupito - avrei giurato che fosse un piccolo uccello, anzi, addirittura un colibrì, anche se sapevo che non si trovavano né in Inghilterra né in Portogallo. Anche il loro movimento guizzante da un fiore all'altro ricorda un colibrì.

Sono grandi - con un'apertura alare di forse 2", e certamente attireranno la vostra attenzione se ne vedete uno, poiché si librano sopra i fiori e prendono il nettare con quello che sembra un becco - e poiché si librano, potete guardarli bene prima che si spostino alla loro prossima posizione.

Le falene colibrì appartengono alla famiglia Sphingidae che condividono la capacità di volare molto velocemente, di librarsi e di avere una lunga lingua. Il nome del loro genere è Macroglossum, che significa "lingua lunga".

Il colibrì falco-falco ha ali anteriori grigio-marrone, ali posteriori arancione brillante, e un corpo grigiastro con una larga "coda" bianca e nera, che in realtà sono peli allungati. Grigio e anonimo quando non è in volo, se devo essere onesto, ma il suo volo librato è dove il colore si rivela - sbatte le ali così velocemente che può sembrare arancione, ed emette un ronzio udibile - con una velocità delle ali di 70 battiti al secondo, le ali saranno solo una macchia se ne vedete uno in volo.

In realtà non ha un becco - è una lunga proboscide che usa per sifonare il dolce nettare appiccicoso dai fiori, e questa proboscide è lunga circa 1" - quasi quanto il corpo della falena - e viene tenuta strettamente arrotolata quando non viene usata. Si nutre di gelsomino, buddleia, nicotiana, tulipano, valeriana rossa, phlox e molti altri.

Ha occhi strani, e si ha la sensazione che vi segua con essi, ma questa è solo un'illusione. I loro occhi sono costituiti da molte sfaccettature disposte in uno schema emisferico approssimativo, con ogni sfaccettatura che contiene un cristallino e un certo numero di cellule fotorecettrici. Questo permette alla falena di vedere in molte direzioni contemporaneamente, anche se con molti meno dettagli dell'occhio umano. La macchia scura che sembra seguire il tuo movimento è in realtà una chiazza di faccette che assorbe la luce proveniente dalla tua direzione. Come ti muovi rispetto all'occhio della falena, la macchia sembra muoversi, quando in realtà stai vedendo una nuova macchia di sfaccettature che assorbono la luce, e poiché preferisce nutrirsi in piena luce del giorno, ha sviluppato occhi con più fotorecettori nei centri, permettendo di vedere più dettagli. Questo probabilmente si è evoluto per aiutare la falena a giudicare le distanze quando usa la sua 'paglia' per prendere il nettare dai fiori che si muovono durante l'alimentazione.

Non pungono e non costituiscono una minaccia per gli esseri umani, e purtroppo vivono solo circa 7 mesi, ma durante questo periodo, tuttavia, la femmina può deporre una covata di fino a 200 uova due o anche tre volte, e sentite questa - ogni uovo sarà deposto su una pianta separata! Gli adulti possono essere trovati in Africa, Europa e Asia, dal Portogallo al Giappone, e si riproduce principalmente nei climi più caldi (Europa meridionale, Nord Africa e punti orientali). Sverna da adulto nelle fessure tra le rocce, gli alberi e gli edifici, e nei giorni molto caldi può emergere per nutrirsi in pieno inverno. Nelle parti meridionali del suo areale, il falco colibrì è molto attivo anche quando le temperature sono alte, e sono state misurate temperature corporee superiori a 45 °C. Questo è tra i più alti registrati per le falene, e vicino al limite per l'attività muscolare degli insetti.