Il movimento anti-vaccinazione non è una novità. Nel 1998 Andrew Wakefield, un ex medico, ha suggerito un possibile legame tra la vaccinazione MMR e l'autismo nei bambini. The Lancet, una rivista scientifica britannica molto rispettata, ha inizialmente pubblicato la sua ricerca. Tuttavia, The Lancet ha ritirato il suo articolo nel 2004 dopo che un'indagine ha trovato grandi difetti nel suo studio. IlGeneral Medical Council del Regno Unito ha revocato la licenza medica del signor Wakefield, dichiarando che ha abusato di una posizione di fiducia e ha agito in modo non etico per provocare una controversia disonesta e insensibile.

Non ci possono essere molti medici così profondamente screditati come Andrew Wakefield, ma in seguito è stato visto sorridere al ballo d'inaugurazione di un presidente degli Stati Uniti (indovinate chi) e godere di un ottimo reddito continuando a promuovere le sue teorie errate negli Stati Uniti.

Nonostante questo, lo scandalo ha portato a un calo delle vaccinazioni MMR che rimane ancora oggi. Non esiste ancora uno studio scientifico che dimostri un legame tra MMR e autismo. Un'ampia revisione dell'argomento nel 2020 ha incluso più di 23 milioni di bambini da 138 studi. Il team ha trovato che le vaccinazioni MMR prevenivano le infezioni nei bambini e non aumentavano il rischio di autismo o di encefalite.

Chi ci guadagna di più?

Gli anti-vaxers rappresentano ancora una minoranza di persone. Tuttavia, ci sono molte comunità attive su internet e sulle piattaforme dei social media. Secondo un recente rapporto suThe Lancet Digital Health, circa 31 milioni di persone seguono gruppi anti-vaccino su Facebook. Si stima anche che i social media potrebbero guadagnare circa 1 miliardo di dollari dalla pubblicità ogni anno.

Nel frattempo la gente accusa Big Pharma di fare troppi profitti da farmaci e vaccini, ma Facebook è al decimo posto nella classifica delle aziende più redditizie del mondo, la prima azienda farmaceutica è al 24esimo posto. Una delle aziende di 'big pharma' che molte persone sembrano odiare è la Pfizer, che arriva al numero 46. Quindi Facebook sta guadagnando molto di più dagli anti-vaxers che dalle compagnie farmaceutiche. Traete le vostre conclusioni.

Facebook e altre piattaforme di social media ricevono regolarmente critiche per la portata della disinformazione che si diffonde all'interno di queste comunità.

Misconcetti sui vaccini

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) evidenzia sei idee sbagliate comuni sui vaccini:

  • Le malattie stavano già diminuendo prima dell'invenzione dei vaccini grazie ai miglioramenti nell'igiene e nei servizi igienici.
  • La maggior parte delle persone che si ammalano sono già vaccinate.
  • Alcuni lotti di vaccini sono più sicuri di altri.
  • I vaccini causano molti effetti collaterali e malattie dannose.
  • Le malattie che i vaccini prevengono non sono più prevalenti, quindi non c'è bisogno di vaccini.
  • Dare ai bambini più vaccini contemporaneamente aumenta il rischio di effetti collaterali dannosi.

Tutto questo è stato totalmente smentito. Non sono riuscito a trovare un'organizzazione sanitaria rispettabile, un medico o una pubblicazione medica che supporti tutto questo. Nel Regno Unito le chiamavamo "vecchie storie della nonna".

Quali rischi presentano gli anti-vaxxer?

I movimenti anti-vaxer possono influenzare la decisione delle persone di vaccinare se stessi o i loro figli. Questo porta rischi non solo per la loro salute, ma anche per quella degli altri.

Gli anti-vaxxer sono persone che credono che i vaccini non siano sicuri e che violino i loro diritti umani. Di nuovo, sostengo pienamente coloro che non vogliono accettare la vaccinazione per se stessi. Non sono d'accordo con loro, ma è un loro diritto. Non hanno il diritto di cercare di influenzare gli altri.

Controllo della realtà

I vaccini sono uno degli interventi sanitari più sicuri ed efficaci per combattere le malattie infettive. Sono stati fondamentali nello sradicamento e nel controllo di molte malattie un tempo devastanti.

Secondo i dati raccolti da Bloomberg è in corso la più grande campagna di vaccinazione della storia. Più di 8,22 miliardi di dosi sono state somministrate in 184 paesi. L'ultimo tasso è stato di circa 37 milioni di dosi al giorno. Il Portogallo ha raggiunto la vaccinazione di quasi il 90% della popolazione, il che lo pone come terzo paese più vaccinato al mondo. Un rapporto di un'unità di terapia intensiva del Regno Unito che trattava pazienti infetti da covidi diceva che nove su dieci dei loro pazienti non erano vaccinati. Senza i vaccini avremmo probabilmente delle morti sulla scala dell'influenza spagnola del 1918. Le stime dei decessi vanno da 17 milioni a 50 milioni, e forse fino a 100 milioni, rendendola una delle pandemie più letali della storia dell'umanità.

Secondo molti rapporti, i pazienti non vaccinati che muoiono di covid hanno pronunciato le loro ultime parole "fatevi vaccinare".

Preferisco credere a loro che a Facebook.