Non accadrà domani, ma sarà possibile prima di quanto si pensi.

Un certo numero di annunci sono stati fatti nelle ultime settimane, e sembrano concentrarsi su Francia, Spagna e Portogallo, dove viene fatta la maggior parte degli investimenti.

Il 2021 è stato nominato dall'UE come l'anno europeo della ferrovia. L'UE ha recentemente annunciato "Un piano d'azione per aumentare i servizi ferroviari passeggeri a lunga distanza e transfrontalieri, combinato con le modifiche alla rete di trasporto transeuropea (TEN-T) per aumentare la capacità ferroviaria ad alta velocità, e il nuovo sostegno della Banca europea per gli investimenti (BEI) per gli investimenti nel settore ferroviario, stanno preparando il terreno per una vera rinascita delle ferrovie".

L'UE propone l'esenzione dall'IVA per i viaggi internazionali in treno

Credo sia giusto dire che non molti di noi sono innamorati dell'UE, ma dobbiamo ammettere che alcune cose le fanno bene, e i loro piani e il sostegno finanziario per l'alta velocità ferroviaria transfrontaliera è una delle cose che stanno facendo bene. La Commissione esplorerà le possibilità di un'esenzione IVA in tutta l'Unione europea per i viaggi internazionali in treno. Nel 2023, la Commissione pubblicherà delle linee guida per la definizione di tariffe di accesso alle linee ferroviarie che promuovano i viaggi transfrontalieri in treno a prezzi accessibili. Tariffe alte e diverse possono ostacolare la creazione di nuovi servizi, rendendo il mercato meno attraente per i nuovi attori.

Gli operatori indipendenti pagano per chilometro

Si sta affrontando una questione importante, il costo per gli operatori indipendenti di utilizzare il sistema ferroviario. Se un operatore privato, come Midnight Trains, vuole offrire un servizio, deve pagare a chilometro per l'uso dei binari e dei sistemi di supporto esistenti. Non sorprende che uno dei modi in cui gli operatori nazionali proteggono il loro "monopolio" è quello di mantenere queste tariffe alte e "poco attraenti" per il settore privato. Quando i treni attraversano la rete ferroviaria di un paese vicino, i loro operatori pagano una tassa di accesso per coprire l'uso del binario. Attualmente, la legge dell'UE permette alle società di infrastrutture di addebitare un premio su queste tariffe d'accesso, ma questo potrebbe essere in procinto di cambiare.

In realtà calcolare il costo attuale per chilometro è una questione molto complessa. I costi si basano sulla lunghezza del treno, la quantità di passeggeri che porterà, l'ora del giorno, la velocità del treno, l'accesso alle stazioni, in altre parole, costoso. Sembra che l'UE stia affrontando questo problema, ed è fondamentale per attirare la concorrenza del settore privato. In fin dei conti, per fare un'offerta valida, bisogna avere una domanda da parte dei consumatori. L'altro fattore da tenere a mente è che c'è bisogno di molti meno passeggeri per operare una rotta di volo con un profitto. Un centinaio di passeggeri può rendere un volo redditizio, gli aerei sono piccoli rispetto a un treno. Gli operatori ferroviari avranno bisogno di attrarre centinaia di passeggeri su ogni treno per essere redditizi.

Aumentare i servizi ferroviari notturni

E per quanto riguarda i servizi ferroviari notturni, la Commissione prevede azioni specifiche per loro? Questo piano d'azione mira a potenziare i servizi ferroviari a lunga distanza e transfrontalieri. Poiché i servizi ferroviari notturni percorrono lunghe distanze e spesso attraversano le frontiere, essi beneficeranno pienamente delle misure previste da questo piano d'azione. Nel 2022, la Commissione adotterà orientamenti interpretativi aggiornati sul regolamento 1370/2007 che includeranno i servizi transfrontalieri.

Alcune di queste linee attraversano ora i confini internazionali e molti paesi sono ora collegati dalla rete ferroviaria ad alta velocità. Ci si aspetta che più paesi in Europa siano collegati nei prossimi anni, dato che l'Europa continua a investire pesantemente nei necessari tunnel, ponti e altre infrastrutture.

Linea Lisbona-Madrid

Secondo l'UE, l'investimento totale per il progetto "Corridoio Atlantico Madrid-Lisbona linea ad alta velocità per il traffico misto - binari, elettrificazione e installazioni fase II" è di 1 564 718 863 euro. Il Fondo europeo di sviluppo regionale dell'UE contribuisce con 264 950 000 euro attraverso il "Programma operativo multiregionale per la Spagna" per il periodo di programmazione 2014-2020. L'investimento rientra nella priorità "Promuovere il trasporto sostenibile ed eliminare le strozzature nelle principali infrastrutture di rete".

Lisbona - Madrid, sviluppo in tre sezioni

La linea Madrid-Lisbona avrà una lunghezza totale di 715 km, di cui 465 km saranno in Spagna. La costruzione della parte spagnola della linea è divisa in tre sezioni, che sono a vari stadi di sviluppo. Oltre al tratto Plasencia-Cáceres-Badajoz, si tratta del tratto tra Madrid e Plasencia e del tratto di 20 km tra Badajoz e la frontiera portoghese, di cui 2,6 km in territorio portoghese. L'attuale progetto segue la posa del letto del binario, i lavori iniziali di montaggio del binario e l'installazione della protezione civile e degli impianti di sicurezza nelle gallerie. Tutti questi lavori sono stati eseguiti attraverso precedenti azioni finanziate dall'UE. La costruzione della linea ad alta velocità - che farà parte del Corridoio Atlantico della rete di trasporto transeuropea (TEN-T) - migliorerà le infrastrutture di trasporto in Spagna. La allineerà più strettamente con il resto dell'Europa per quanto riguarda aspetti come lo scartamento dei binari. Rafforzando i collegamenti tra Madrid, l'Estremadura e Lisbona, e lungo tutto il Corridoio Atlantico, la linea aumenterà la competitività delle ferrovie.

Da Siviglia a Faro, è solo un sogno

Il progetto Madrid-Lisbona è a buon punto, i binari sono stati posati e la segnaletica è stata completata. La tanto decantata linea da Siviglia a Faro è ancora solo un sogno. Nemmeno il terreno è stato acquisito, per non parlare del finanziamento o della pianificazione. Clicca qui per maggiori informazioni.

C'è una vera domanda per questo servizio?

Dalle reazioni a questo argomento, c'è un grande interesse nella possibilità di viaggiare in treno ad alta velocità con vagoni letto, ma, ed è un grande ma, sarà fornito solo se c'è una domanda sostanziale. Midnight Trains, per esempio, prevede di entrare in funzione nel 2024, e Porto è una delle loro future destinazioni. Stranamente, Lisbona non è nei loro piani finora.

Gli operatori aerei possono essere molto più flessibili nei loro prezzi e hanno bisogno di un livello di passeggeri molto più basso per essere redditizi. C'è una vera domanda per l'alta velocità ferroviaria a lunga distanza?