Joe Mountain, 49 anni, che vive in Algarve, Portogallo dal 2008, parteciperà alla Marathon Des Sables alla fine di questo mese in memoria dei suoi genitori.

Joe ha spiegato che ha perso i suoi genitori di cancro al cervello e la sua matrigna di MSA e che sono morti troppo giovani, il che è successo negli ultimi 10 anni. Ha anche spiegato che compie 50 anni a maggio, quindi "ho deciso all'inizio della pandemia, dopo la morte di mia madre, che volevo pormi un obiettivo di mezza età che mi avrebbe mantenuto sano fisicamente e mentalmente nei momenti difficili attraverso Covid-19".

Ispirazione

"La cosa che è davvero importante per me è ispirare e incoraggiare le altre persone. Se la gente vede questo e dà loro un po' di ispirazione per uscire ed essere attivi per la loro salute fisica e mentale, allora è fantastico e questa è una grande motivazione per me".

La Marathon Des Sables è considerata la corsa a piedi più dura del mondo, che si tiene ogni anno in Marocco nel deserto del Sahara. Questa gara equivale a sei maratone, coprendo un tratto di 250 km in sei giorni, e se questo non è abbastanza difficile, Joe dovrà affrontare livelli estremi di calore ed è una gara autosufficiente, quindi porterà un sacco di kit, compreso il suo cibo; 4 kg per sette giorni, oltre a vestiti, sacco a pelo e forniture chiave come una pompa anti-venom, un razzo di soccorso e un localizzatore GPS.

Joe non è estraneo a questa maratona, avendola già corsa due volte nel 2007 e nel 2010, dove è arrivato 180° su 1.200 persone, descrivendola come "un posto incredibile, brutale e bellissimo in egual misura". Ha completato entrambe le gare ma ha ammesso: "Non prevedo di fare altrettanto bene questa volta, ma sarà un grande risultato se la finirò".

Preparazione

In preparazione a questa gara Joe si è allenato per gli ultimi due anni, più recentemente ha corso per 28 km tre volte a settimana attraverso Quinta do Lago fino all'isola di Faro e poi indietro lungo la spiaggia fino a Vale do Lobo.

Joe mi ha anche detto che è stato "molto fortunato ad avere una famiglia che lo ha sostenuto durante tutto l'allenamento extra, dando una menzione speciale a sua moglie e alle sue tre figlie di 22, 21 e 18 anni per tutto il loro sostegno". Inoltre, Joe ha ringraziato il suo team di supporto locale che lo ha "aiutato a prepararsi per questa sfida."Marco Rijo - Personal trainer di The Conrad (due volte alla settimana), Jose Escudeiro - Physio at Home (che tiene insieme il mio corpo), Liliana di Asthetica (massaggi sportivi strazianti) e Rita Arroja, le cui lezioni di Pilates negli ultimi due anni lo hanno aiutato. Così come il suo ristorante preferito BJs Oceanside "dove Bex e J si sono assicurati che io mangiassi ottimo cibo per il recupero!" Aggiungendo poi che "vorrei anche ringraziare tutto il sostegno che ho avuto dal team SandyBlue e tutti i nostri proprietari e clienti".

Se volete sostenere Joe in questa grande sfida, si prega di donare a https://www.justgiving.com/fundraising/joe-mountain in cui si sta raccogliendo fondi per Farleigh Hospice a causa della cura che hanno dato la sua mamma nei suoi ultimi giorni. Per maggiori informazioni sulla maratona visitate https://www.marathondessables.com/.