Facile facile, vi sento dire. Ma le vostre supposizioni potrebbero essere sbagliate - una potrebbe essere dai colori vivaci, l'altra un maestro del travestimento, un beige opaco o marrone.

Anche se le farfalle e le falene condividono la stessa classificazione Lepidoptera, prendetevi il tempo di guardare la farfalla viola del cioccolato Junonia iphita, per esempio, scialba e colorata come una foglia, o la falena imbrigliata Apantesis phalerata, con ali giallo rosa dai colori stravaganti, e potreste rimanere sorpresi.

Ci sono diverse differenze che le distinguono, e una volta che le conosci, ti sarà facile identificarle.

Ora del giorno

Questo è ovvio - le farfalle sono attive durante il giorno e le falene si sono evolute per essere notturne, viaggiando alla luce della luna. Questa è una terribile storia di attrazione fatale - le falene sono attratte dalla luce, ed è uno spettacolo familiare - si riuniscono intorno alle tue luci esterne, stregate dalla luce ma confuse dalla proliferazione di "lune" artificiali e nel processo della loro confusione, vengono mangiate dai predatori o semplicemente si surriscaldano. Anche se gli scienziati dicono che c'è ancora una ricerca da fare per comprendere appieno il comportamento delle falene, sanno che le lampade hanno messo i bastoni tra le ruote nella programmazione evolutiva delle falene. Sembra che non siano le lampadine più brillanti della scatola, per così dire, ma ciò che l'evoluzione delle falene non poteva prevedere era la diffusione della luce elettrica 24/7 nel nostro mondo moderno.

Ali - aperte o chiuse?

In primo luogo, le ali quando riposano - le falene riposano con le loro ali aperte, mentre normalmente le farfalle ripiegano le loro, ma solo per confonderti, le farfalle a volte fanno qualcosa chiamato 'sun-baking'. Sono "ectoterme", il che significa che dipendono da fonti esterne per il calore del corpo, quindi aprono le ali per riscaldare la loro temperatura corporea e permettere loro di volare - quindi ali aperte o chiuse non è un modo sicuro per dire chi è chi.

Forma delle antenne

Le antenne delle falene tendono ad essere a forma di foglia o di piuma, mentre quelle delle farfalle sono lunghe e nude con un'estremità bulbosa. Anche se questo è normalmente il caso, ci sono alcune falene che hanno antenne sottili piuttosto che piumate, come la Zodiac Moth, tuttavia le antenne su queste falene tendono ad essere diritte piuttosto che curve.

Frenuliums

Diventando un po' più tecnici qui - le falene hanno un frenulo, che è un dispositivo di accoppiamento delle ali che assicura che le ali anteriori e posteriori viaggino insieme durante il volo. Le farfalle non ce l'hanno.

Pupe - bozzolo v pupa

Nel metamorfismo da bruco a farfalla o falena, i bruchi filano una pupa fatta di proteine indurite, ma i bruchi delle falene formano una pupa di seta, che è conosciuta come bozzolo. Di nuovo, nonostante questa sia una regola generalizzata, ci sono alcune eccezioni - gli esempi includono le falene zingare che formano una pupa che assomiglia a quella di una farfalla e la farfalla Parnassius che fa un bozzolo.

Occhi

Le farfalle hanno due occhi proprio come noi. Ma gli occhi delle farfalle sono occhi composti perché hanno lenti multiple. Questo significa che le farfalle possono vedere molte cose diverse in molte direzioni allo stesso tempo. Le due specie si sono adattate ad avere occhi diversi per adattarsi alle loro condizioni di luce. In generale, le falene hanno due diversi tipi di occhi. Mentre gli occhi composti forniscono una buona area di vista ma solo una bassa acutezza, gli occhi semplici possono rilevare il movimento e i colori con più dettagli. Inoltre, gli occhi delle falene hanno una sensibilità al contrasto avanzata, che è essenziale per muoversi di notte.

Aspetto generale

In generale, le falene tendono ad essere più tozze e ad avere corpi pelosi, mentre le farfalle sono lisce e magre. Questa differenza di aspetto è dovuta alla dimensione delle squame - le farfalle possiedono squame molto più piccole. E le squame? Avete mai toccato le ali di una falena o di una farfalla e vi siete sporcati le dita di "polvere"? Quella polvere è in realtà composta da minuscole scaglie, come quelle di un pesce. Queste squame danno alle farfalle e alle falene il loro nome scientifico Lepidoptera (Lepido = squama, e ptera = ala).

Camille Pissarro, un famoso artista, disse una volta: "Non avere paura nella natura: bisogna essere audaci, a rischio di essere ingannati e di sbagliare". Credo che ci siano molte falene audaci là fuori che non hanno imparato dai loro errori!