Mi stavo chiedendo oziosamente dove andassero le cavallette e i grilli per l'inverno e mi sono messo a pensare, so davvero la differenza tra loro?

La prima parte della mia domanda è stata facilmente risolta - ho scoperto che entrambi vivono solo per circa un anno, quindi non si nascondono da nessuna parte per i mesi più freddi, e ogni nuova generazione di entrambi nasce come uova.

Entrambi appartengono alla specie Orthoptera (che significa 'ali dritte'), e si assomigliano un po'. I grilli appartengono al sottordine Ensifera, e ci sono più di 900 varietà di grilli. Le cavallette sono membri del sottordine Caeliferans, e ci sono più di 11.000 tipi di cavallette.

Grilli

Diamo un'occhiata separatamente, iniziando dai grilli. Iniziano la vita come uova sottoterra, con una femmina che depone 100 uova al giorno e fino a 3000 nella sua vita. (Non posso resistere a dirlo - Grillo Parlante - sono un sacco di grilli!) I grilli sono notturni e sono o verde pallido o più comunemente marrone, permettendo loro di nascondersi meglio dai predatori di notte. Crescono fino a circa 2 "di lunghezza, e hanno lunghe antenne, e solo i grilli di campo o di casa hanno le ali, con cui fanno il loro caratteristico 'chirp'. Usano un processo chiamato stridulazione, e c'è una struttura speciale sulla parte superiore delle loro ali, chiamata raschietto. Generalmente, solo i grilli maschi fanno questo rumore, perché è un canto di richiamo - per attirare le femmine e respingere gli altri maschi, ed è piuttosto forte! Si dice che alcune specie di grilli siano così in sintonia con la temperatura che si può dire se fuori fa più caldo o più freddo dal loro frinire. A quanto pare, se si contano i loro cinguettii per 15 secondi e poi si aggiungono 40, si può approssimare la temperatura in Fahrenheit.

Poiché i grilli sono onnivori, non mangiano solo piante ma anche larve, afidi, altri insetti e uova di insetti.

Cavallette

Le cavallette sono anche deposte come uova nel terreno. La femmina ne depone circa 30 alla volta, deponendo fino a 100 uova tra l'estate e l'autunno, e circonda le uova con un liquido schiumoso che si indurisce per formare una struttura protettiva o 'baccello'. Sono abbastanza grandi - due volte le dimensioni dei grilli, sono diurni, e sono di un verde brillante, che si fonde bene con le erbe e le piante. Le loro antenne sono corte, e i maschi emettono il suono del canto strofinando una zampa posteriore contro una delle loro dure ali anteriori. La gamba ruvida fa vibrare l'ala e produce un suono, quasi come un arco che suona il violoncello.

Essendo erbivore, le cavallette mangiano solo erba e piante.

Altre due creature appartengono alla stessa famiglia, una di cui non avevo mai sentito parlare - i katydids (più comunemente conosciuti come grilli del cespuglio, e chiamati katydids per il suono che fanno a quanto pare) - e le locuste, di cui tutti hanno sentito parlare, che decimano i raccolti durante la loro fase di sciamatura, quando le condizioni sono giuste dopo una siccità seguita da una rapida crescita della vegetazione.

Parassiti?

Se i grilli o le cavallette siano considerati parassiti varia. Le cavallette di solito stanno fuori, ma le loro popolazioni possono diventare grandi e decimare i giardini. I grilli, poiché si nutrono di insetti morti, sono generalmente visti più favorevolmente. Tuttavia, sono molto più inclini a entrare nelle case. Sono mangiatori voraci, e mangeranno quasi tutto, compresi i tessuti, la carta, la gomma - e i vostri cibi. Sono attratti da ambienti caldi e umidi ed entrano nelle case attraverso varie fessure o aperture nei telai di porte e finestre, così come nella muratura. Una volta che i grilli entrano in casa, possono essere difficili da eliminare senza un aiuto professionale.

Nei paesi asiatici, nei tempi passati, avere un grillo sul focolare o in cucina doveva portare fortuna, perché era considerato un "cane da guardia" - quando il pericolo si avvicinava, il frinire del grillo si fermava. E le superstizioni sugli insetti suggeriscono che porta sfortuna uccidere un grillo, anche per sbaglio, quindi se ne hai uno in casa, invece di ucciderlo, magari mostragli gentilmente la porta e digli di saltare via!