Nonostante il nome comune, i porcellini d'India non sono originari della Guinea, né sono biologicamente imparentati con i maiali, e l'origine del nome non è ancora chiara. Il porcellino d'India ha goduto di un'ampia popolarità come animale domestico da quando è stato introdotto in Europa e in Nord America dai commercianti europei nel XVI secolo.

Il porcellino d'India o cavia domestica (Cavia porcellus), noto anche come cavy o domestic cavy, è una specie di roditore appartenente al genere Cavia della famiglia Caviidae. In natura, sono animali incredibilmente sociali e vivono in "gruppi" di dieci o più esemplari. Quelli che vivono da soli sperimentano la solitudine e la noia e molto probabilmente sviluppano problemi comportamentali che possono avere un impatto sul loro benessere fisico, quindi se state pensando di prenderne uno come animale domestico, fareste bene a considerare di prenderne due. Due femmine o un maschio castrato e una femmina sono buone combinazioni.

Tutti hanno un corpo robusto con arti corti, testa e occhi grandi e orecchie corte. La loro pelliccia varia in lunghezza, consistenza e colore a seconda della razza, e ci sono 13 razze riconosciute, ma sono prevalentemente combinazioni di nero/marrone/oro/bianco, alcune con pelliccia lunga e setosa, più comunemente corta, ma a volte con vortici di pelliccia che assomigliano a un cattivo sonno notturno! Le zampe hanno suole prive di peli e artigli corti e affilati, con quattro dita sugli arti anteriori e tre su quelli posteriori.

Creature abbastanza insettifere

Sono creature piuttosto grandi, che pesano da 500 a 1.500 grammi e misurano da 20 a 40 cm di lunghezza. Sono erbivori, ma devono avere a disposizione acqua anche se vengono alimentati con pellet commerciali secchi. In cattività non hanno una stagione riproduttiva e possono avere fino a 13 piccoli per cucciolata, di cui 4 in media. Sebbene i piccoli siano vivaci e mangino cibi solidi fin dal giorno della nascita, non sono completamente svezzati prima di circa tre settimane. Le femmine maturano in due mesi, i maschi in tre, e vivono dai 3 ai 5 anni, forse di più, per cui potete goderveli più a lungo della maggior parte degli altri roditori.

I porcellini d'India sono ottimi animali da compagnia perché hanno tutti personalità diverse e sono molto vocali, il che rende facile conoscere la loro identità individuale. Sono divertenti da giocare e molto simpatici e, anche se all'inizio possono essere nervosi o timidi, con una gestione costante e delicata sono facili da addomesticare. È importante che siano maneggiati con cura e che i bambini siano sorvegliati, ma è improbabile che mordano anche quando sono stressati.

Le dimensioni di una gabbia per un esemplare, o per un massimo di due, secondo la RSPCA, sono di circa 2,5 metri quadrati, ma la dimensione preferita dovrebbe essere di circa 3,5 metri quadrati, con un'estremità per dormire e l'altra per fare i bisogni, con una lettiera a disposizione. Avranno bisogno di uscire dalla gabbia ogni giorno per fare esercizio ed esplorare, o semplicemente per coccolarsi in braccio. Non sono notturni, quindi saranno svegli quando lo sarete voi. L'interazione e l'attenzione quotidiane sono essenziali per il benessere dei porcellini d'India, e questo "tempo libero" sarebbe un buon momento per la loro regolare toelettatura: i tipi a pelo corto possono essere mantenuti con una spazzolatura una volta alla settimana, mentre le razze a pelo lungo richiedono una toelettatura quotidiana, che i bambini potrebbero apprezzare sotto supervisione.

Possono vivere in gabbia all'aperto, purché abbiano spazio sufficiente e se si è in grado di mantenerli a una temperatura confortevole, oppure in casa, perché saranno felici di vivere liberi nel vostro appartamento. Potete anche tenere i vostri porcellini d'India nel loro capanno o in un garage senza auto, ma assicuratevi che il loro spazio di gioco non sia troppo bagnato o fangoso ed evitate qualsiasi superficie dura o fredda che possa ferire o danneggiare le loro zampe.

Esistono diversi tipi di lettiere in cui possono fare il nido, tra cui quelle in carta, in pile, in legno e in fieno. La migliore è quella in carta o in pile, e la gabbia deve essere pulita a fondo ogni settimana e a punti ogni pochi giorni. Se non vi piace l'odore di una gabbia sporca, pensate a come potrebbe sentirsi il vostro porcellino d'India in un ambiente puzzolente!