La cantante e cantautrice maliano-francese vive a Lisbona con la sua famiglia, ma era presente sul palco della più grande conferenza NFT d'Europa, il Paris NFT day, il 12 aprile 2022.

Portugal News era presente all'evento e l'ha intervistata.

"Perché ti sei trasferita a Lisbona?" Le ho chiesto nel corridoio prima del suo evento. Eravamo al secondo piano della vecchia Borsa di Parigi. Era pieno di persone, stand ed energia, tutti dedicati alla tecnologia Blockchain e alla fantastica innovazione che può portare.

"Amo il Paese e la cultura", ha detto, sorridendo gentilmente ad alcuni fan che passavano di lì. "Amo Parigi e ci viaggio regolarmente, ma Lisbona ha un certo magnetismo. Amo la cultura e la gente è così accogliente. Anche mio marito è un artista e il Portogallo è stato un luogo ideale per coltivare questa passione".

"Lei è un Ambasciatore di Terra per le Nazioni Unite e un grande sostenitore dell'uso della tecnologia NFT per i benefici climatici e umanitari. Qual è la sfida più grande che ha visto per l'ingresso delle NFT?".

Inna ha risposto: "Sono stata musicista per 15 anni e fotografa per dieci anni. Lo spazio delle NFT si muove in modo incredibilmente veloce. Anche gli esperti del settore stanno imparando, tutti contemporaneamente. Tutti stanno imparando.

Il punto è sostenere gli attivisti per il clima, i rifugiati e l'uguaglianza di genere. Ho raccolto fondi per oltre dieci anni e l'idea è di continuare a utilizzare questa nuova tecnologia".

"Lei sostiene le NFT per l'azione per il clima. Come risponde all'argomentazione secondo cui le NFT sono dannose per il pianeta?". Ho chiesto.

Inna ha spiegato: "Dobbiamo capire il consumo di energia nello spazio. È un'industria così nuova. Ci sono settori che esistono da centinaia di anni e non hanno alcun attivismo per il clima! Nel frattempo, le NFT sono qui solo da due anni e si suppone che siamo perfetti. Lo spazio è un modo fantastico e nuovo per migliorare il mondo. Non è perfetto, ma abbiamo appena iniziato. È uno spazio in cui credo e a cui darò il mio contributo".

Ma come ha fatto Inna a entrare nelle NFT?

"Ho scoperto le NFT grazie a mio marito. Ho approfondito cosa fosse e cosa significasse. Sono un'attivista per la giustizia di genere e la giustizia climatica. Come costruttore, cosa posso fare? Come posso aiutarli a intraprendere un percorso sostenibile per tutti?

"Ero ossessionata dalle NFT e sono diventata responsabile della filantropia di World of Women. Stiamo sfruttando il potere della creatività e della comunità per avere un impatto su questioni culturali complesse".

"E come le NFT stanno cambiando il vostro settore?". Ho chiesto.

"Nel mondo della musica, gli artisti erano tenuti separati dai fan. Ci sono molti intermediari. Ma ora, per i nuovi artisti, non ci sono intermediari. Nessuno deve approvare il tuo lavoro e tu stesso puoi coniare il tuo lavoro utilizzando un contratto intelligente. È davvero un momento bellissimo per gli artisti. Persone straordinarie stanno costruendo il futuro. I progetti speciali, le donne e le minoranze si stanno impegnando a fondo per essere presenti e presenti nello spazio".

Infine, ho chiesto: "Che consiglio darebbe ai nuovi artisti?".

"Iniziate a costruire prima di cercare di vendere qualcosa. Trovate la vostra tribù e le persone che la pensano come voi con cui potete costruire. Come artisti, è importante assicurarsi di creare con le persone. È una questione di comunità e non si può fare da soli. Deve essere completato dall'artista e dalla comunità insieme. I collezionisti aiutano gli artisti che amano come feedback. L'industria musicale non è cambiata, purtroppo. Ma per l'arte, le case d'asta hanno fatto un lavoro straordinario creando fantastiche storie di successo che dimostrano agli artisti che possiamo farcela e che possiamo raggiungere le stelle".

Cosa ne pensate della tecnologia NFT? Possiamo usarla per migliorare il mondo? O sarà usata solo per il profitto e per cartoni animati troppo costosi?

A noi di The Portugal News piace sentire le vostre opinioni!

Consultate il mio canale YouTube intitolato "Chris Lehto" per informazioni sul DeSci finanziato dal NFT.