Non si ripete mai abbastanza che gli animali domestici devono essere mantenuti idratati durante la stagione calda. Quante volte sentiamo parlare di cani chiusi in auto che soffrono per il caldo o che purtroppo muoiono?

Un detto recita: "Si può condurre un cavallo all'acqua, ma non lo si può costringere a bere", e a volte è difficile garantire che il vostro animale domestico rimanga idratato, soprattutto nella stagione calda.

Spesso è difficile assicurarsi che l'animale domestico beva a sufficienza, magari è esigente nei confronti dell'acqua: alcuni hanno scoperto che al gatto piace bere solo dalla doccia o che il cane beve solo dalla toilette! In questo caso, sarebbe opportuno tenere la porta del bagno chiusa e magari provare una fonte d'acqua alternativa per rendere il tutto più interessante. Le fontanelle funzionano per gli animali che amano l'acqua corrente, oppure si può aggiungere del brodo all'acqua del cane o dell'olio di pesce non salato dalla lattina per il gatto, per incoraggiarli a bere di più. Anche posizionare le ciotole in zone inaspettate potrebbe suscitare il loro interesse e incoraggiarli a bere; inoltre, posizionarle in aree meno frequentate da animali o da esseri umani farà sì che il vostro animale si senta più sicuro nel prendersi il tempo per bere.

Cani

I cani sudano attraverso i cuscinetti delle zampe e perdono acqua corporea ansimando. Poiché questo fenomeno è più frequente quando il clima è caldo, è necessario assicurarsi che abbiano a disposizione molta acqua. I cani che fanno regolarmente lunghe passeggiate hanno bisogno di molta idratazione: è importante portare con sé dell'acqua per mantenerli adeguatamente idratati. Se si affronta un lungo viaggio in auto, si consiglia di portare con sé almeno 5 l di acqua per essere sicuri di averne a sufficienza in caso di guasto. Le ciotole d'acqua pieghevoli e le ciotole con borracce attaccate sono ottime opzioni per l'idratazione "on-the-go".

Controllate la frequenza con cui rabboccate la ciotola dell'acqua e cambiatela se diventa calda. Con più di un cane, trovo difficile tenere traccia di chi beve di più, perché ne ho uno in particolare che non sembra bere molto, quindi aggiungo una buona quantità di acqua alla sua miscela di cibo per assicurarmi che ne assuma a sufficienza. Ha un debole per il latte ben drenato, quindi ogni tanto gliene offro un piatto.

Gatti

Anche i gatti sudano attraverso le zampe e il loro modo di bere può essere difficile da controllare. L'uso di contenitori d'acqua insoliti, come un bicchiere o una tazza di plastica, può essere efficace per incoraggiare i gatti a bere: sono attratti dalla tensione dell'acqua sulla parte superiore, quindi assicuratevi di riempirla bene. Ad alcuni gatti piace bere dal rubinetto del bagno e se questo li spinge a bere di più, vale la pena di incoraggiarli. L'acqua corrente sembra più fredda dell'acqua stagnante, quindi sperimentare una fontanella automatica può essere un ottimo modo per incoraggiare il vostro animale a bere, fornendo anche stimoli, ma potrebbe volerci un po' di tempo per abituarsi, quindi dovrete essere pazienti. I gatti che vivono all'aperto e che amano esplorare il loro ambiente naturale avranno bisogno di più acqua rispetto a quelli che oziano in casa.

Animali in gabbia

Fate attenzione a quanta acqua è stata utilizzata ad ogni rifornimento. Se hanno fatto attività fisica, assicuratevi che abbiano molte occasioni per bere. Per i conigli, è una buona idea dare sia un biberon che una ciotola per l'acqua pesante, e strofinare qualcosa di dolce e adatto ai conigli, come un pezzetto di banana, sul beccuccio del biberon può incoraggiare il coniglio a bere. I proprietari di conigli possono anche aggiungere foglie di coriandolo alla ciotola dell'acqua del loro coniglio per ottenere lo stesso effetto, oppure una piccola manciata di verdure fresche o di erba fresca e verde aiuta a idratare i conigli grazie all'alto contenuto di acqua.

Come individuare la disidratazione

La disidratazione del vostro animale domestico può comportare i seguenti sintomi: vomito e/o diarrea, letargia o addirittura collasso, ansimare eccessivo e continuo, perdita di appetito, occhi infossati e secchi, naso secco, gengive secche e appiccicose, perdita di elasticità della pelle e, naturalmente, pipì meno frequente.