Il Festival das Artes Quebra Jazz è nato dalla combinazione di due eventi distinti. Miguel Lima, direttore del festival, ha raccontato a The Portugal News che già nel 2012 organizzava QuebraJazz, sulla scalinata di Quebra Costas, tra Alta e Baixa de Coimbra. Nel 2019, Miguel Lima ha ricevuto l'invito a diventare partner e ha accettato di dirigere il festival come è ora conosciuto.

Il Festival das Artes nasce dall'idea "dell'architetto paesaggista Cristina Castelo Branco", che ha costruito un anfiteatro a Quinta das Lágrimas. Con il tempo, "l'architetto sognò l'idea di creare un festival multiartistico", in cui non ci fosse solo musica ma anche conferenze, gastronomia e letteratura, per esempio.

Proprio quando la partnership si è consolidata, il mondo ha avuto la sfortuna di affrontare la pandemia di Covid-19, nonostante tutte le restrizioni, nel 2020 è stato possibile tenere un concerto speciale, dedicato al 50° anniversario di Bernardo Sassetti. Pur non potendo essere eseguito sulla scalinata di Quebra Costas, nel 2021 è stato possibile accogliere alcuni artisti.

Dopo due anni senza poter svolgere il festival per intero, Miguel Lima ammette che "richiede una grande motivazione", ma con la felicità di poter tornare "alla normalità". Nel 2022, la popolazione ha avuto l'opportunità di lasciare la città di Coimbra e di assistere a un concerto nel castello di Montemor-o-Velho, oltre che a un altro a Coimbra, dove stava provando il famoso Zeca Afonso.

Il festival, per ora, ha avuto la sua massima affluenza il 18 luglio. Circa "1.100 persone" erano presenti per vedere un gruppo gospel, che ha fatto vibrare l'intero pubblico in un giorno in cui la capacità era praticamente esaurita. Il QuebraJazz è a ingresso gratuito e si svolge in una zona di attività turistica, oltre che in diversi locali che accolgono l'evento "a braccia aperte", secondo Miguel Lima. Essendo a ingresso gratuito, il direttore del festival ammette che è difficile "quantificare le persone" che lo frequentano, ma stima che nei primi giorni del festival abbiano partecipato tra le 400 e le 600 persone.

Per la prossima edizione, Miguel Lima ha rivelato a The Portugal News che uno dei concerti si terrà nelle rovine di Conímbriga, oltre al desiderio di tornare al castello di Montemor-o-Velho.