Nell'ultimo anno Vinnie Adams ha lavorato dietro le quinte con UAP UK Media per trovare e indagare sulla famosa foto dell'UFO di Calvine. Si è trattato di uno sforzo investigativo impressionante, che ha dimostrato come una semplice indagine di base possa dare risultati concreti.

La scorsa settimana ho parlato con il funzionario in pensione del Ministero della Difesa britannico, che inizialmente aveva sollevato il caso nel 1996.

Nick Pope ha lavorato al "Desk UFO del Regno Unito" dal 1991 al 1994. Il suo compito era quello di distogliere l'attenzione dell'opinione pubblica dall'evento e di passare tutte le prove e i dati al Defence Intelligence 55, DI55 per un'indagine riservata.

Dopo essere andato in pensione, Nick ha scritto diversi libri sull'argomento e ha incluso "La foto di Calvine" nei suoi libri e discorsi.

Secondo il suo sito web Nickpop.net: "La sera del 4 agosto 1990, due testimoni a Calvine, in Scozia, videro un UFO vasto e a forma di diamante. L'UFO si è librato per circa 10 minuti prima di salire verticalmente ad alta velocità. Per i primi 5 o 6 minuti dell'avvistamento, un jet militare è stato visto nelle vicinanze del velivolo, effettuando una serie di avvicinamenti a bassa quota, prima di volare via".

I due testimoni lavoravano nell'albergo locale vicino a Calvine e hanno riferito l'evento allo Scottish Daily Record insieme a sei negativi e diverse foto.

I redattori dello Scottish Daily Record volevano un commento da parte del Ministero della Difesa prima di stampare la storia, così inviarono le foto al responsabile degli affari mediatici del Ministero della Difesa dell'epoca. Dopo 30 anni, il Ministero della Difesa ha reso noto il nome dell'addetto stampa, Craig Nelson, ma l'identità dei due testimoni non è ancora stata resa nota.

Craig pensò che le foto fossero straordinarie e le inviò al predecessore di Nick Pope, che le passò all'intelligence della Difesa.

I servizi segreti della difesa chiesero di poter vedere i negativi, così, ingenuamente, il giornale inviò loro i negativi e "un certo numero di foto".

Nessuna storia

Il tempo passò e Craig si stupì del fatto che non fosse uscita nessuna notizia. Nessuna storia è mai uscita. L'evento "non è mai accaduto". Quando i documenti furono resi pubblici, il Ministero della Difesa dovette ammettere di aver indagato sull'incidente, ma sfortunatamente "perse le foto e i negativi".

Ma, e questo è importante, Craig ha conservato almeno una foto originale all'interno della confezione dello Scottish Daily Record!

Nessuno gliel'aveva ancora chiesto, ma lui è stato abbastanza intelligente da conservare la foto per 30 anni! Si dice che di tanto in tanto la tirasse fuori e la mostrasse.

Secondo gli analisti fotografici, se si tratta di una foto vera e non di una bufala, sembra essere un oggetto tangibile lungo circa 60-80 metri!

I servizi segreti della Difesa hanno stabilito che "non era statunitense, britannico o russo, quindi rimaneva solo" un dito puntato verso il cielo.

L'incidente ha fatto scalpore quando il Regno Unito ha chiesto agli Stati Uniti se stessero operando un velivolo segreto, e gli Stati Uniti hanno risposto con tono arrabbiato: "Avete rubato la nostra tecnologia e creato un velivolo segreto a forma di diamante?".

Vinnie Adams è un amico e collega YouTuber. Ospita spettacoli settimanali dal vivo sul suo canale YouTube,"Disclosure Team".

In questo momento sta lavorando e pubblicando i risultati della loro indagine attiva. Dave Clark ha inizialmente trovato la foto ponendo la semplice domanda di chi potesse averla e l'addetto ai media era propenso a produrla.

Giles vive a Calvine e ha svolto molte indagini sul campo, e probabilmente ha trovato il punto esatto dell'incidente.

Anche un analista fotografico professionista ha esaminato la foto. Non è riuscito a leggere il nome del fotografo, ma ha potuto analizzare la carta e confermare che si trattava di una foto vera.

L'aspetto impressionante è che, nell'era odierna, il dibattito e le indagini si svolgono in tempo reale su YouTube, Twitter e altre piattaforme.

Anche il debunker Mick West ha indagato sulle teorie della bufala. La più convincente per me è il riflesso di una roccia in un loch, ma come ammette West sul suo sito MetaBunk.org, "dovrebbe trattarsi di un angolo di ripresa poco profondo e di un obiettivo a lungo raggio". Inoltre, un riflesso è sempre meno luminoso dell'originale a causa della rifrazione. Ma l'illusione è irresistibile quando la si vede.

Sono coinvolto anche perché c'è un jet da combattimento sullo sfondo.

Secondo quanto riferito, il caccia è passato più volte vicino all'oggetto. Si tratta di un Harrier? UN GR3? Un Hunter Hawker?

Graeme Rendall, autore di testi sull'aviazione storica e sugli UFO, dà la sua opinione sul canale di Vinnie. Per scoprire le interviste e le indagini in corso, visitate i link di questo articolo o il mio canale YouTube, ChrisLehto, e la UAP Society!