In un comunicato, l'EMGFA scrive che il pattugliatore costiero "Mondego", della Marina Militare, fa parte dell'"operazione INDALO 2022, sotto l'egida dell'Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera - FRONTEX, nel sud della Spagna".

Mentre effettuava un "pattugliamento nell'area definita, durante la notte del 31 ottobre", la nave "ha intercettato un'imbarcazione di migranti, identificata dall'aereo C-295, dell'Aeronautica militare portoghese, integrato nella stessa operazione".

"Dopo l'intercettazione, la nave è stata in grado di identificare 11 migranti a bordo (cinque uomini e tre donne), di cui una incinta di cinque mesi e tre bambini di età compresa tra i cinque e i 16 anni", si legge nella nota.

Secondo l'EMGFA, "la nave, in collaborazione con la CPI di Madrid, ha effettuato il salvataggio a bordo di tutti i migranti, fornendo loro cure mediche, provviste e coperte per il riscaldamento".

"Successivamente, la nave si è spostata in un punto di incontro vicino al porto di Cartagena, dove ha trasferito tutti i migranti sulla nave SALVAMAR DRACO, che ha completato il salvataggio a terra", aggiunge.